"MEMENTO" E "ANTEPRIMA: ESERCITAZIONI IN CORSO"


 


MEMENTO di MARIACRISTINA SILVESTRI


Vincitrice del Premio Carlo Gajani
promosso dalla Fondazione Carlo Gajani


La Fondazione Carlo Gajani espone alcune delle opere della vincitrice della Prima edizione del Premio Carlo Gajani, dedicato ai giovani artisti che utilizzano il medium fotografico come principale mezzo espressivo.


Mariacristina Silvestri (nata a Catania nel 1987) si è diplomata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. Durante il periodo degli studi accademici approfondisce i linguaggi della fotografia e nel 2013 consegue il Diploma di II livello al Biennio Specialistico in Fotografia presso l’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Vive e lavora tra Roma e Bologna.


Il progetto Memento (2013) di cui è in mostra un estratto, è un’opera autobiografica che esplora i temi del ricordo e del lutto, attraverso una sensibilissima e delicata poetica della presenza-assenza.


Grazie all’utilizzo di un bianco e nero dai contrasti marcati, ottenuto con un certosino lavoro di camera oscura, lo sguardo si concentra sugli ambienti familiari che, mediante gli occhi della memoria, rievocano per un’istante ricordi involontari di presenze ormai perdute. In un’atmosfera dai toni cupi, in cui non è possibile materializzare un’immagine definita della persona cara, piccoli dettagli di luce riportano l’attenzione emotiva sulla sua passata presenza.





ANTEPRIMA: ESERCITAZIONI in CORSO


a cura di Barbara Ceciliato, Claudio Rosi
promosso dall’Associazione Culturale Casagallery Itinerante
in collaborazione con la Fondazione Carlo Gajani


Negli ampi spazi di quella che è stata l’abitazione e lo studio bolognese dell’artista, i curatori di Casagallery Itinerante propongono l’evento espositivo ANTEPRIMA: ESERCITAZIONI in CORSO, titolo che sottintende un punto di partenza per una programmazione di attività di ricerca storico-artistica, che coinvolgerà altri spazi istituzionali cittadini nel corso del 2015.


La mostra, attraverso l’analisi dei luoghi, delle stanze dello studio al primo piano di via de’ Castagnoli, si pone lo scopo di creare un dialogo tra i lavori presentati e la “memoria e le opere della casa”. Il curatore degli allestimenti, Claudio Rosi, ha voluto ulteriormente rafforzare l’idea di condivisione, richiedendo un’altra modalità d’esecuzione delle opere che venivano proposte, in particolare fotografiche e grafiche: il “mettere in posa”, così tanto utilizzato da Carlo Gajani nei suoi ritratti.


Partecipano all’evento espositivo un gruppo di giovani artisti provenienti dall’Accademia di Belle Arti di Bologna: Federico Aprile, Federica Barbieri, Antonietta Di Vito, Roberto Frezza, Giulia Giannerini, Sara Menegatti, Letizia Rostagno, Monica Serra, Silvia Tuveri, e rendono omaggio al collega docente dell’Accademia anche gli artisti Barbara Ceciliato e Claudio Rosi, con un loro lavoro pensato per l’occasione.





Orari di apertura


mercoledì 21 gennaio h 18.00 – 20.00


giovedì 22 gennaio h 16.00 – 20.00


venerdì 23 gennaio h 12.00 – 20.00


sabato 24 gennaio h 12.00 – 24.00


domenica 25 gennaio h 12.00 – 20.00


lunedì 26 gennaio h 16.00 – 20.00





Ingresso libero





Con il patrocinio di:



In occasione di: